Che occhi da intrigo, li di fronte la tua
Casa
Una casa con centinaia di camere e camere e camere
Quante camere, centinaia di camere
O e' una cittadella e ogni camera una casa?

No e' solo il tuo castello
Dove chissa' chi mi incanto' e mi incateno'

Almeno vi siete divertiti e le tue cortigiane hanno riso?
E dimmi le tue serve ne hanno parlato
E poi il popolo cosa ha potuto dire di te
Che sei il padron sognante?

Niente, perche' il tuo popolo
Non parla
E' disdicevole parlare,
parlare e' roba da umani…

Il tuo liquido infernale
Anestesia indotta a forza
Mi e' scivolata
Dentro…ma nel liquido
Infernale
Che e' la morte
Ho ritrovato la tua essenza: l'essere ma non essere. Semplicemente stupidita'
Perche' essere stupidi significa
Non saper pensare…ma io amo i gatti in liberta'
e adoro vederli
riflettere, liberi e sognanti

Io non ho tradito il gatto
Con false carezze
Non ho perso
La mia pacifica dimensione
Di stare comunque in pace
In ogni luogo della terra.